DD 2 COMPAROZZI

CRITERI FORMAZIONE CLASSI

CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI DI SCUOLA PRIMARIA (vedi anche Regolamento d’Istituto)

La formazione delle classi viene effettuata da una commissione mista di docenti di scuola primaria e dell’infanzia, nel rispetto dei seguenti criteri che saranno applicati gerarchicamente:
1) equa distribuzione di alunni stranieri, diversamente abili, anticipatari ed in situazione di disagio
2) equa distribuzione di alunni che hanno pienamente raggiunto gli obiettivi del percorso di scuola dell’infanzia
3) se possibile equa distribuzione di maschi e femmine
4) separazione di fratelli e gemelli
Potrà essere tenuta in considerazione la richiesta delle famiglie di inserire due o più alunni che hanno frequentato la stessa sezione di scuola dell’infanzia nella medesima classe di scuola primaria valutando la posizione in merito con le insegnanti della scuola dell’infanzia ed il rispetto dei criteri precedentemente elencati.
E’ comunque fatta salva la possibilità per il Dirigente Scolastico di valutare  in base a serie motivazioni portate dalle famiglie e legate alla privacy, l’inserimento in un gruppo classe idoneo.
La Commissione opera sulla base delle indicazioni fornite dalle insegnanti delle scuole dell’Infanzia statali e comunali tramite:
 le attività di continuità
 i fascicoli personali degli alunni
 i colloqui diretti da effettuarsi al termine dell’anno scolastico precedente
Per l’inserimento degli alunni di cittadinanza non italiana si fa riferimento al Protocollo di Accoglienza dell’alunno straniero. Come da normativa, andrà rispettata il più possibile l’età anagrafica dell’alunno, o si effettuerà, se necessario, l’inserimento nella classe immediatamente inferiore a quella che dovrebbe essere frequentata per età. Va comunque tenuto conto della situazione relativa alla scolarizzazione, alla conoscenza della lingua italiana (accertata tramite colloqui prima dell’inserimento), al luogo di nascita, al numero degli alunni di cittadinanza non italiana presenti nella classe. La valutazione viene fatta dal Dirigente Scolastico sulla base degli elementi acquisiti dopo verifica di apposita Commissione nominata dal Collegio Docenti.
Lo spostamento degli alunni da una classe/sezione alla classe/sezione parallela o in altri plessi del Circolo non è consentita tranne nei seguenti casi:
a) cambio di residenza
b) iscrizione di un fratello/sorella alla stessa sede
c) in casi particolari l’eventuale spostamento sarà valutato dal Dirigente Scolastico.

 

CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLE SEZIONI DI SCUOLA DELL’INFANZIA (vedi anche Regolamento d’Istituto)

La formazione delle sezioni è soggetta alla variabilità delle iscrizioni. Sono previsti seguenti criteri generali applicati gerarchicamente:
1) equa distribuzione di alunni stranieri, diversamente abili ed in situazione di disagio
2) equilibrio, all’interno delle sezioni, delle tre fasce d’età tenendo conto anche del mese di nascita e degli anticipatari
3) se possibile equa distribuzione di maschi e femmine
4) separazione di fratelli e gemelli
5) frequenza o meno dell’asilo nido
Si fa salva la possibilità per il Dirigente Scolastico di valutare in base a serie motivazioni portate dalle famiglie e legate alla privacy, l’inserimento in un gruppo classe idoneo.